Château Ausone

La tenuta Ausone è ancorata al fianco della collina in un luogo chiamato Roc Blancan, letteralmente “roccia bianca”. È un palcoscenico minerale, scavato lentamente dall'uomo, dove, da duemila anni, la vita ha scelto di stabilirsi nella pietra, così come le viti. Il castello distribuisce i suoi 7 ettari di vigneti su piccoli terrazzamenti. Circondati da pietre, questi appezzamenti sono riparati dal vento, pur godendo di una perfetta esposizione est sud-est. Il sole molto generoso, insieme ai fiumi Dordogne e Isle che si incontrano nelle vicinanze, creano un microclima ideale per le viti. La natura fa in modo che, stagione dopo stagione, tutto lavori insieme per garantire la crescita dei frutti più pregiati. La famiglia Vauthier si prende cura di questo vigneto con una passione incrollabile per la terra dal 1690. Qui tutti hanno le mani macchiate di porpora per il lavoro in cantina. Alain e sua figlia maggiore Pauline, dell'undicesima generazione di viticoltori, producono il vino oggi, pur rimanendo fedeli allo spirito dei loro antenati. La maggior parte dei vitigni di Ausone sono Cabernet Franc con una quota minore di Merlot.

Raggiungono tutti in media un'età di cinquant'anni, mentre in alcuni luoghi hanno un secolo.